Per tutelare la propria immagine, le aspettative dei propri soci e il lavoro dei dipendenti, YOOX NET-A-PORTER GROUP ha adottato un Modello Organizzativo avanzato che assicuri condizioni di correttezza e trasparenza nella conduzione degli affari

A rafforzamento del proprio ambiente di controllo e delle regole istituite, YOOX NET-A-PORTER GROUP ha adottato un proprio modello organizzativo come previsto dal Decreto Legislativo n. 231/2001.

I componenti del Modello

Oltre al documento del Modello, sono sue parti integranti:

  • il Codice Etico aziendale;
  • l’organizzazione e il sistema di attribuzione delle deleghe e delle responsabilità verso chi opera all’interno della Società nelle aree a rischio potenziale di reato;
  • l’individuazione delle Aree a Rischio potenziale di reato, tramite l’applicazione di una solida metodologia di risk assessment;
  • il sistema di policy, procedure e dei controlli interni aventi quale finalità la garanzia di un’adeguata trasparenza e tracciabilità dei processi decisionali e finanziari, nonché dei comportamenti degli attori aziendali;
  • le attività di formazione e informazione connesse;
  • il sistema disciplinare e il relativo meccanismo sanzionatorio da applicare in caso di violazione del Modello;
  • l’istituzione e il funzionamento dell’Organismo di Vigilanza.

Le finalità del modello

L’istituzione di un modello organizzativo ha il fine di:

  • documentare le macro caratteristiche del sistema di prevenzione e controllo della Società finalizzato alla riduzione del rischio di commissione dei reati connessi all’attività aziendale;
  • rendere tutti coloro che operano in nome e per conto di YOOX NET-A-PORTER GROUP S.p.A., consapevoli dell’esistenza di un sistema sanzionatorio che colpisce chi violi le disposizioni in esso riportate, fino alla possibile risoluzione del contratto;
  • confermare che YOOX NET-A-PORTER GROUP S.p.A. non tollera comportamenti illeciti.

 

Organismo di Vigilanza

Ha un ruolo essenziale nella verifica dell’efficacia e dell’osservanza del Modello di organizzazione, gestione e controllo adottato

Dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo, l’attuale Organismo di Vigilanza  – nominato dal Consiglio di Amministrazione del 20 aprile 2018 – è composto da tre membri che rimarranno in carica fino all’approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2020:

Nome e cognome

Ruolo

Rossella Sciolti

membro esterno (Presidente)

Isabella Pedroni

membro esterno

Matteo James Moroni

membro interno e Responsabile della funzione Internal Audit

Funzioni dell’Organismo di Vigilanza

All’Organismo di Vigilanza è richiesto di:

  • vigilare sull’effettività del Modello,;
  • effettuare la disamina in merito all’adeguatezza e l’efficacia del Modello nel prevenire, in linea di massima, comportamenti non in linea con la Normativa, la cultura e le direttive aziendali;
  • svolgere un’analisi circa il mantenimento nel tempo dei requisiti di solidità e funzionamento del Modello;
  • curare il necessario aggiornamento in senso dinamico del Modello, attraverso la formulazione di specifici suggerimenti, nell’ipotesi in cui le analisi operate rendano necessario effettuare correzioni ed adeguamenti;
  • svolgere il c.d. “follow-up”, ossia verificare l’attuazione e l’effettiva funzionalità delle soluzioni proposte.