The Prince’s Foundation e YOOX NET-A-PORTER presentano il nuovo gruppo di aspiranti artigiani per la seconda edizione di The Modern Artisan

5 Ottobre, 2021

The Prince’s Foundation e YOOX NET-A-PORTER annunciano il nuovo gruppo di artigiani che prenderanno parte nella seconda edizione di The Modern Artisan project, il programma di formazione sul lusso responsabile.

Il programma di quest’anno riunirà otto artigiani, scelti da una selezione di candidati estremamente competitivi: quattro laureati britannici in moda e tessuti, e quattro italiani provenienti dal Politecnico di Milano, la principale scuola di design del nostro Paese. Agli aspiranti artigiani The Prince’s Foundation offrirà un programma di formazione retribuito di dieci mesi che includerà lezioni sul design – tenute da esperti di YOOX NET-A-PORTER e da grandi nomi del settore – e una serie di corsi sulla produzione artigianale di lusso in piccola serie, che contribuiranno a sviluppare competenze nel Regno Unito.

Gli otto apprendisti sono:

  • Emma Rose Atherton, 28 anni, da Wirral nel nord-ovest dell’Inghilterra. Emma si è laureata all’Università di Chester e ha creato il suo brand size-inclusive in occasione della London Fashion Week.
  • Adam Benbarek, 21 anni di Torino, laureato al Politecnico di Milano. Adam è appassionato di arte e letteratura da cui trae la maggior parte dell’ispirazione per le sue creazioni
  • Emily Dey, 23 anni, da Middlesbrough. Emily è una neolaureata della Teesside University e da quando ha terminato gli studi ha deciso di mettere il suo talento nel cucito a favore di un ente benefico locale che ricicla i vestiti.
  • Francesca Garrone, 22 anni di Torino, laureata al Politecnico di Milano. Francesca spera un giorno di poter presentare un proprio brand, utilizzando solo materiali di scarto.
  • Merie Macdonald, 49 anni, dal South Lanarkshire in Scozia. Merie si è di recente specializzata grazie a un dottorato in tecnologia della moda al Cardonald College di Glasgow, dopo aver ricoperto in precedenza varie posizioni nel settore della moda, tra cui quella di designer di accessori.
  • Isabelle Pennington-Edmead, 24 anni, dallo Cheshire. Isabelle si è laureata alla Nottingham Trent University e alla Manchester School of Art, e durante la pandemia si è offerta di cucire PPE per il National Health Service.
  • Arianna Safayi, 22 anni di Perugia, laureata al Politecnico di Milano. Dopo il programma spera di poter usare la moda per accendere un dibattito su temi che le stanno molto a cuore come la sostenibilità, la diversità e l’inclusione.
  • Zhenqi Weng, 26 anni, di Milano. Zhenqi ha studiato pattern making all’Istituto di Moda Burgo e fashion design al Politecnico di Milano. È nato in Cina e all’età di 7 anni si è trasferito in Italia, dove ha iniziato a sviluppare un grande interesse per la moda e il design sartoriale.

Il programma di formazione, avviato a settembre, si concentra sul design responsabile e sull’artigianato tessile di lusso sostenibile. YOOX NET-A-PORTER e The Prince’s Foundation affiancheranno insieme gli otto apprendisti nel processo di progettazione, realizzazione e commercializzazione su scala globale di una collezione di lusso all’insegna della sostenibilità. La capsule collection debutterà su NET-A-PORTER e YOOX alla fine dell’estate 2022. I proventi derivati dalla vendita della collezione saranno donati a The Prince’s Foundation per sostenere questo ente benefico nello sviluppo e nella realizzazione di progetti di formazione che aiutino a preservare le tradizionali arti tessili.

Il programma prevede una formazione di quattro mesi sul design sotto la guida di esperti del settore presso le sedi di YOOX NET-A-PORTER a Londra e Milano, rispettivamente per il gruppo britannico e italiano. Gli studenti saranno affiancati nel processo di progettazione e avranno l’opportunità di esplorare il design per la sostenibilità e la circolarità, compresa l’analisi dei dati utili a determinare il cliente tipo e a mettere in risalto l’importanza della longevità della collezione finale.

A gennaio, gli otto artigiani si riuniranno nell’East Ayrshire in Scozia presso la Dumfries House, sede di The Prince’s Foundation, dove svolgeranno sei mesi di formazione intensiva incentrata sulla produzione in piccole serie di lusso, acquisendo così le competenze per realizzare a mano una collezione secondo gli standard più elevati.

Nel corso del programma, gli apprendisti beneficeranno di visite di settore nel Regno Unito e in Italia. Per tutta la durata del programma, saranno seguiti da YOOX NET-A-PORTER, da The Prince’s Foundation e dai brand partner, tra cui Gabriela Hearst, Giuliva Heritage, Nanushka, VIN + OMI, Johnstons of Elgin, Tiziano Guardini, Flavia La Rocca and ZEROBARRACENTO. 

Gli artigiani sono stati ufficialmente presentati al mondo durante un evento pre-COP 26 organizzato a Milano il 30 Settembre, dal Dipartimento del Commercio Internazionale del governo britannico, che ha sottolineato l’attenzione del progetto alla sostenibilità nella moda. Per l’occasione, tre allievi dell’edizione precedente di  The Modern Artisan – Andrea De Matteis, Nicole Christie e Graeme Bone – hanno incontrato Jill Morris, Ambasciatore di S.M. in Italia e San Marino, Geoffroy Lefebvre, CEO di YOOX NET-A-PORTER GROUP e Jacqueline Farrell, direttrice del dipartimento Istruzione per The Prince’s Foundation, raccontando che cosa ha significato per loro prendere parte a questo progetto unico e quale impatto ha avuto sulle loro aspirazioni e opportunità di carriera.

Questa settimana, come parte della London Craft Week, gli artigiani della prima e dell’attuale edizione del programma parleranno delle loro esperienze durante l’evento The Modern Artisan – One Year On di The Prince’s Foundation alla Garrison Chapel. L’evento riunirà quattro artigiani che durante un panel talk discuteranno del loro viaggio come designer dopo la formazione nel programma. La collezione YOOX-NET-A-PORTER for The Prince’s Foundation e il resto dell’iniziativa saranno poi raccontati in “Teaching Arts and Crafts at The Prince’s Foundation”, una mostra gratuita alla Garrison Chapel di Chelsea che si è inaugurata questo lunedì 4 ottobre e celebra l’impegno dell’associazione a favore delle arti tradizionali, della moda e del design, oltre che dell’artigianato.

Siamo estremamente felici di aver ottenuto dei posti nel programma The Modern Artisan. Tutti noi siamo davvero onorati di far parte di un progetto così emozionante. La collaborazione a livello internazionale ci ha aperto a tante nuove idee e modi di lavorare. Abbiamo già imparato molto e non vediamo l’ora di poter cogliere tutte le opportunità che il programma ci offrirà.

The Modern Artisan

Il futuro del nostro settore sarà definito dalla prossima generazione di talenti, quindi siamo lieti di collaborare nuovamente con The Prince’s Foundation per sostenere un ambizioso gruppo di laureati tra Italia e Regno Unito per la seconda edizione di The Modern Artisan. Le competenze tecniche, l’esperienza, la conoscenza, le prospettive e i contatti che stanno costruendo serviranno loro a sviluppare una duratura carriera e a portare avanti soluzioni sostenibili che rivoluzioneranno la moda e il lusso. Attingendo a un patrimonio condiviso di innovazione e artigianato nel Regno Unito e in Italia, i nostri team di YOOX NET-A-PORTER a Milano e Londra, in collaborazione con The Prince’s Foundation in Scozia, sosterranno questo gruppo e insieme arriveranno a stabilire cosa significa essere un artigiano moderno nel mondo in evoluzione di oggi. Non vediamo l’ora di vedere cosa produrranno.

Geoffroy Lefebvre, Chief Executive Officer di YOOX NET-A-PORTER GROUP

La prima edizione del progetto The Modern Artisan è culminata con il lancio della collezione YOOX NET-A-PORTER for The Prince’s Foundation nel novembre 2020, che ha venduto in tutto il mondo e ha attirato l’attenzione dei media internazionali sui giovani artigiani. Dal termine del programma, tutti gli apprendisti, italiani e inglesi, hanno usato l’esperienza acquisita come trampolino di lancio per assicurarsi un impiego nel settore o avviare le proprie imprese di moda e produzione. . Non vediamo l’ora di lavorare con i talentuosi artigiani di quest’anno e vedere dove li porterà il progetto.

Jacqueline Farrell, direttore dell’istruzione per la Prince’s Foundation